Print this page

Teatroterapia cosa è e come richiederla!

La teatroterapia® è un approccio originale che coniuga le teorie psicologiche e la pratica teatrale.
È la messa in scena dei propri vissuti, all’interno di un gruppo con il supporto di alcuni principi di presenza scenica.

Nicola Michele, operatore in teatroterapia, è socio della Federazione Italiana di Teatroterapia

Link: http://www.fedteatroterapia.it/nicola-michele.html

 

La compagnia Salto del Delfino ha un’esperienza pluriennale nella conduzione di laboratori di teatroterapia nelle scuole, nei centri riabilitativi e per gruppi privati anche nel mondo dell’impresa.

Nella teatroterapia, l’arte diviene un veicolo per il benessere della persone e possono essere progettati dei percorsi che hanno i loro obiettivi nel processo di laboratorio o dei programmi che prevedono un esito scenico finale sotto forma di transizione, un esito scenico unico e irripetibile che generalmente viene offerto a una piccola platea di spettatori che sono invitati da parte degli stessi partecipanti al laboratorio.

La teatroterapia può essere applicata in diversi contesti e concordando gli obiettivi con dei piani personalizzati rispetto alle esigenze del gruppo.

In generale, ci si propone di perseguire i seguenti obiettivi:

  • Liberare il linguaggio del corpo, il suono della voce, la relazione autentica con sé e gli altri;
  • Valorizzare le potenzialità creative individuali;
  • Migliorare l'ascolto di sé e verso gli altri;
  • Apprendere le tecniche di base dell’arte teatrale

 

ed in particolare:

  • Consentire alle persone di rendere maggiormente consapevoli le proprie emozioni;
  • Sviluppare la gestione delle proprie emozioni e il riconoscimento dei sentimenti;

§  Conseguire un obiettivo comune con la forza del gruppo.

 

Temi e ambiti espressivi condivisi: l'espressione corporea, il gesto e il movimento, il respiro e la voce, l'armonia, l'espressione pittorica e musicale.

 

Per le scuole: nel percorso a mediazione teatrale si propongono degli spunti che creano un confronto tra i bimbi con la realizzazione di una drammaturgia collettiva: ne deriva che gli effetti degli incontri di gruppo continuano a produrre risultati sul singolo anche nei periodi seguenti, in quanto gli stimoli ricevuti entrano a far parte di una esperienza profonda che il bambino può integrare nella vita di tutti i giorni.

Attraverso la spontaneità e il potenziale espressivo, il teatro diviene un veicolo attraverso il quale si tenderà a sviluppare la componente emozionale ed affettiva dei bambini, cercando di fornire importanti contributi per la crescita della persona

Per le imprese: il luogo di lavoro si configura come un microcosmo all’interno del quale vi è la complessità delle relazione interpersonali che dovrebbero confluire verso la realizzazione di un obiettivo comune. In questo caso la teatroterapia si pone come esperienza di mediazione per accrescere la capacitò di lavorare in gruppo e per gestire eventuali conflitti conclamati o latenti. Contenuti: nel percorso a mediazione teatrale rivolto alle imprese verranno proposti degli spunti di lavoro con i seguenti obiettivi:

·         Riscoperta del gioco e della spontaneità

·         Propedeutica teatrale e costruzione o consolidamento del gruppo

·         Improvvisazione e recitazione

·         Gestione delle emozioni

·         Giochi di ruolo e competenze

·         Applicazione della teatroterapia a situazioni di gruppo azienda

·         Costruzioni di drammaturgie di gruppo e transizione finale

Puoi richiedere un incontro o ulteriori informazioni all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Per parlare con Nicola Michele: 338 9135337